0863.66599

Specie Beccaccia

La caccia alla Beccaccia (Scolopax rusticola) è esercitabile esclusivamente con le seguenti prescrizioni:

a.  Dal 1 ottobre al 31 dicembre 2018; la caccia dal 1 gennaio al 10 gennaio 2019 è subordinata al parere dell’ISPRA rilasciato sulla base dell’analisi dei dati di abbattimento e di  monitoraggio della specie forniti dagli ATC. Il prelievo alla specie è esercitabile esclusivamente con le prescrizioni di cui al capo D-Beccaccia del Calendario Venatorio Regionale.

b.     carniere: n. 3 capi giornalieri fino al 31 dicembre 2018. Dal 1 al 10 gennaio 2018 il prelievo massimo giornaliero non potrà superare i 2 capi; per un massimo di n. 20 capi stagionali

c. La caccia alla beccaccia può essere condotta esclusivamente con cani appartenenti alle razze da ferma e da cerca; è vietato l’ausilio di cani appartenenti a razze da seguita. La caccia alla beccaccia ha inizio un’ora dopo e termina un’ora prima degli orari previsti per le altre specie.

d.  La Regione Abruzzo, provvede a sospendere il prelievo della beccaccia al verificarsi delle condizioni climatiche sfavorevoli indicate dal Protocollo elaborato dall’ISPRA per la salvaguardia  delle popolazioni svernanti della Beccaccia. Il provvedimento di sospensione e di riattivazione del prelievo venatorio è comunicato agli ATC attraverso pubblicazione di apposito avviso  sul sito Caccia della regione (https://www.regione.abruzzo.it/caccia/)

Entro il 20 febbraio 2019 i cacciatori che hanno abbattuto beccacce devono consegnare un’ala dell’esemplare prelevato all’ATC in cui si è residenti o ammessi sul seguendo le procedure allegate.

Procedure preparazione ali

scheda

Aggiornato il giorno

AREE CINOFILE

CONFINI ATC

MIGLIORAMENTI AMBIENTALI

CARTOGRAFIA

PRELIEVO SELETTIVO CINGHIALE

SPECIE COTURNICE

SPECIE CINGHIALE

SPECIE BECCACCIA